domenica 23 novembre 2014

Il Pret a Manger di Roma

Se siete stati a Londra di recente, avrete certamente conosciuto Pret a Manger, il fast food di successo inglese che vanta ormai 155 punti vendita nel Regno Unito, di cui 118 solo a Londra e 19 a New York. La buona riuscita del marchio sta nel presentare un prodotto fast food di qualità e con ingredienti naturali, tanto che i tramezzini sono conservati nel cartone invece che nella plastica per sottolineare quanto gli alimenti siano freschi e i panini preparati giornalmente. L'invenduto giornaliero viene poi dato in benificienza ai senza tetto.

Nonostante Pret a Manger non preveda di aprire per il momento in Italia, esiste un locale che non vi farà rimpiangere la famosa catena inglese. Siamo a Piazza di Pietra 62, nel cuore di Roma.


photo via aT Restaurant

photo via The Telegraph
Esternamente non ha un brand visibile come quello di Pret a Manger, ma guardando meglio abbiamo capito subito che fosse qualcosa di interessante.

L'ambiente è rilassante, con un bancone centrale spazioso e altri due negli angoli opposti.

A differenza dei normali fast food, potete pagare tranquillamente dopo aver mangiato, il che vi fa subito capire quanto l'aggettivo fast dipenda soltanto da voi.

photo via aT Restaurant
photo via aT Restaurant





centrifuga a base di carote e finocchio

C'è davvero quell'attenzione al cliente, oltre che al cibo, che troppo spesso manca. Il servizio al tavolo, se necessario, non dovrete di certo pagarlo e in aggiunta, su ciascun bancone troverete un flacone di Amuchina che non abbiamo ancora visto altrove.



Il menu si trova sulla destra, subito dopo la macchina per il caffé, rigorosamente scritto su lavagna.
Il ristorante offre una buona varietà di centrifughe. Sono sei e si va dalla centrifuga di ananas, arancia, carota e zenzero, fino a quella di spinaci, cetriolo, citronella, limone e mela.

Noi abbiamo provato una via di mezzo con mela, carote, finocchio e sedano. Davvero ottima.


Non potevamo peraltro non assaggiare i famosi tramezzini in stile inglese e così, per rimanere in tema abbiamo optato per un cartone di tramezzini al roast beef.

Ingredienti sani, nessuna salsa e pane leggerissimo.

All'aT Restaurant oltre ai panini, troverete pizza, quiche lorraine, torte salate ripiene e crema di carote, di lenticchie, di funghi o di broccoli e zibibbo.

Non mancano frutta, yogurt e milkshake.

Noi abbiamo assaggiato una fetta di torta con scarola e olive, buona e leggera anche questa.





Molto carino l'angolo dei dolci per una merenda o una colazione e nonostante fosse quasi sera, abbiamo potuto provare un croissant ai semi di lino buonissimo. Il caffé a questo punto era d'obbligo.





Insomma, se volete mangiar bene e vi trovate a Via del Corso o nei pressi del Pantheon, l'aT Restaurant è da provare almeno una volta, soprattutto se passate per Piazza di Pietra.

Ma la nota più sorprendente del locale è la gestione, moderna, newyorchese, rispettosa del cliente. Quando abbiamo sentito il gestore confermare le nostre impressioni di un piccolo Pret a Manger nel cuore di Roma, ci è parso un manager di lunghe vedute in un mercato non certo facile per il cibo, come quello italiano. La ricerca del buono, in tutti i sensi, non può che essere premiata giudicando di persona una delle migliori novità nel campo della ristorazione romana.

photo via aT Restaurant
photo via aT Restaurant
photo via aT Restaurant

photo via aT Restaurant

photo via aT Restaurant

photo via aT Restaurant

photo via aT Restaurant

photo via aT Restaurant

photo via aT Restaurant

1 commento:

  1. Milano, 11 Gennaio 2021

    Egregi Signori,

    non appena lo stato di emergenza COVID sarà superato e i vostri esercizi commerciali avranno la possibilità di riaprire anche durante le ore serali, Vi proponiamo l'installazione gratuita, a titolo di prova per 7 giorni, a vostra scelta in uno dei vostri negozi dell'apparecchiatura di seguito rappresentata:



    Trattasi di un TOTEM SELF SERVICE che eroga birra alla spina agli utenti che desiderano spillarsi la birra da soli. Come potrete ben notare, il macchinario è sostanzialmente autonomo in quanto va collegato solo alla rete elettrica (220 Volt) e alla rete idrica per lo spruzzino lava-bicchieri con scarico in rete. E' dotato di 2 fusti per ogni prodotto con FOB DETECTOR che facilita e semplifica il cambio fusto. L'utente, mediante una carta ricaricabile utilizzabile solo dal sistema SELF SERVE BEER, che carica presso la cassa del locale, accede al TOTEM munito di mascherina, guanti monouso, bicchiere e paletta taglia schiuma, sceglie il tipo di birra che desidera assaggiare o degustare inserendo la carta nella slot RFID. Il video (touch screen) gli fornisce il saldo della carta, il prezzo della birra per dose (10cl., 40cl. o 50cl.), le caratteristiche organolettiche, il bicchiere consigliato per una buona bevuta e le istruzioni per una corretta SELF spillatura. Il sistema gestionale, accessibile in remoto mediante piattaforma, provvederà ad addebitare sulla carta l'importo totale delle consumazioni del cliente. La dimostrazione, come abbiamo affermato precedentemente, è a titolo totalmente gratuito per la durata di 7 giorni e comprende la consegna del materiale, il ritiro a fine utilizzo e l'assistenza di un nostro incaricato per le ore di funzionamento e di manutenzione dell'impianto. Vi sarà addebitato, a consuntivo, il solo consumo della birra che verrà utilizzato dai vostri clienti. Distinti saluti
    Siro Gallotti
    Geprofimm Srl Piazza Repubblica 3 - 20121 Milano P.IVA 03934350962 REA MI/1712772
    tel. +39 347 4838725
    ammi.geprofimm@alice.it

    RispondiElimina